Agropoli

Alle 6,35 della mattina sono già in coda per il carburante alla Marina di Cassano.
Malgrado abbia detto all’addetto al distributore che nel serbatoio avrebbero dovuto starci 30-40 litri max di gasolio, quando scendo a guardare il livello scopro che non si è fermato a quella quantità, ma ha tirato avanti fino a riempirlo all’orlo. Non so come ha fatto, ma ne versato dentro 55 litri. Temo una fuoriuscita da qualche parte, invece, per fortuna pare non ci sia stato nessuno sversamento.

Un po’ di conti: il serbatoio del Moana è indicato di 80 litri di capacità, prima del riempimento il livello era un po’ sopra il livello dei 40 (direi 43-44). Con 55 litri aggiunti, vuol dire essere riusciti a infilarcene 98-99. Improbabile. Probabilmente, l’indicatore di livello non è preciso.

Dalla partenza a Santa Teresa di Gallura a Marina di Cassano abbiamo consumato quindi circa 30 litri di gasolio, per 43 ore di motore (da 1630 a 1673). Circa 0,7 litri l’ora. Mi pare troppo poco.
Il precedente proprietario aveva calcolato un consumo di 1,2 litri l’ora, con un regime di 1.500 giri (teorici – lui li determinava a orecchio, perché il contagiri segna qualsiasi cosa a tirasmento) e una media di 4,5 nodi. Io ho usato il motore ad ogni regime, ma spesso sopra quelle medie orarie, quindi avrei dovuto consumare decisamente di più.

Da Marina di Cassano (ore 7,00) ho puntato su Agropoli in solitaria.

La navigazione è stata quasi tutta a motore, salvo un’oretta la mattina, scapolata Punta Campanella, quando era cresciuta un po’ di brezza.

Secondo i crismi, navigando in solitaria, avevo armato una mano di terzaroli, ma dopo poco ho dato tutta tela, per guadagnare potenza, ma il vento non è durato per molto comunque.

Niente cucina in navigazione, ma una buona dose di peperoni in padella della cena precedente.

Poco prima delle 18 ho ormeggiato al pontile della Lega Navale di Agropoli. Sosta gratuita, personale gentile, ma niente servizi.
Esiste una doccia comunale un po’ disastrata, che si attiva esclusivamente con 2 monete da 50 centesimi, che ho raggiunto con l’aiuto del marinaio.

Ad Agropoli sale a bordo Walter. Cena tosta a base di fritti in paese, poi a letto tramortiti.

 

(ore motore: 1683 – un litro d’olio fuoriuscito)

Agropoli
Tag:     

Lascia un commento