È giunta l'ora: Navigare necesse est

  • Dopo tanti anni di navigazioni brevi o meno brevi, ma costituite di giorni rubati al lavoro e alla vita quotidiana, è giunta l'ora di salpare senza più il ricatto del calendario.
  • Non so davvero se parliamo di un giorno, un mese, un anno ... tutto il resto della vita, ma è davvero arrivato il momento di levare gli ormeggi senza una data di ritorno.
  • Probabilmente sarò in primavera-estate in mare e autunno-inverno a terra, ma non necessariamente e, poi, in quale mare? In quale terra? Non necessariamente questi che ci sono consueti, ma anche sì.
  • L'importante è che non ci sia più un obbligo; che non ci sia una costrizione mentale, (quella del fisico, dovuta alle sempre minori capacità del corpo, ovviamente lo so che c'è). Ma la scelta dev'essere solo una mia scelta, non un'imposizione dettata dal tempo a disposizione.

Conosci Moma

Dati costruttivi, Caratteristiche, Dotazioni, Storia della barca, foto: Moma è un piccolo cutter di 27 piedi, un Moana 27, per l’esattezza.Un progetto piuttosto noto fra chi si interessa di vela d’altura, perché, malgrado le ridotte dimensioni, è stato pensato da

Leggi tutto

Cultura nautica e di mare

La cultura non guasta mai, si dice, allora raccolgo qui un po' di materiali di vario genere, reperibili in rete e non, che possono interessare marinai e non, oltre alla biblioteca di Moma.

Leggi tutto

Diario di Bordo - il blog di Moma

  • Terra
    Un “mare” ben diverso da quello a cui mi ero abituato in questi mesi compariva stamattina fuori dalla mia finestra. Diverso il colore, diversa la forma delle onde, diversa la capacità di fluttuare, ma non la sua indifferenza nei confronti del marinaio, che deve comunque attraversarlo con molto rispetto. Ma oggi è tempo di consuntivi.
  • Ultima tappa
    Siamo arrivati ieri sera (Matteo ed io), una pizza, due chiacchiere, un ulteriore controllo alle previsioni e a letto. Alle 7,30 lasciamo gli ormeggi. Subito fuori dal porto scopriamo che quel vento che doveva essere in bocca e debole, viene invece da terra ed è sufficiente per fare una buona bolina veloce e comoda (non
  • Non sono convinto, faccio una sosta.
    Ieri, ero stato tentato di rimanere alla fonda per la notte a Sud di Rimini, dove c’eravamo fermati per cambiare la girante. Si ballava, ma le previsioni davano venti deboli. Eppure non ero convinto. In effetti, arrivati in porto il vento era quasi completamente caduto, ma alle 4 del mattino si è alzato un vento
  • Non gira la girante
    Usciamo dal porto verso le otto e mezzo. C’è un vento sostenuto proveniente da Ovest, che ci premette una bolina accettabile, malgrado le sgradevoli raffiche a 17-20 nodi. L’obiettivo è tranquillo. Una venticinquina di miglia, fino a Rimini. Più avanti nella mattinata il vento cala costringendoci a riaccendere il motore per un’ora o due, poi
  • Fano
    Siamo arrivati ad Ancona ieri sera. Accanto a me c’è Matteo, giovane amante del mare e della vela che, per fare esperienza, è disposto a comprimersi negli spazi risicati di Moma. Mi spiace per lui (e il suo metro e novantacinque), ma a me fa piacere avere qualcuno con cui condividere un po’ le gioie